Audio 3D, sala 4D. Immergiti nella scena sonora.

Immagina di ascoltare un suono come nella realtà.

Immagina di ascoltarlo e che arrivi da ogni direzione.

Immagina di essere in un ambiente dove l’esperienza sonora è veramente in 3D.

Immagina adesso che gli altoparlanti siano invisibili, che ogni centimetro quadrato delle pareti o dei rivestimenti emetta suono al posto loro, che il subwoofer sia integrato nel muro, che gli effetti speciali del film arrivino non solo dai lati, ma anche dal soffitto.

Immagina che il suono ti avvolga come dovrebbe essere nella realtà, come in un vero concerto, o come lo ha pensato il regista del film che stai guardando, e che la sensazione che percepisci non sia solo uditiva, ma anche fisica.

Per capire come tutto questo sia possibile dobbiamo capire prima come funziona un diffusore tradizionale.

L’esploso sopra ci mostra lo spaccato di un woofer, e ci permette di capirne il funzionamento.

Ogni diffusore è dotato da vari componenti, generalmente, semplificando, un cestello in materiale metallico alla quale è fissato un magnete, dove si innesta una bobina mobile, collegata tramite un cono alla sospensione che è poi fissata a sua volta al cestello. La bobina mobile viene tenuta in sede dallo spider, o centratore, che è una membrana appositamente studiata per tenere in asse il cono, permettendo però il movimento di cui ha bisogno.

Detto ciò possiamo capire che la musica viene emessa dalle vibrazioni di questo cono. Se ipotizziamo che questo abbia un diametro di 16 cm e una profondità 3 cm, potremmo dire che la superficie di emissione sonora sarà circa di 235 cm quadrati.

C’è poi da considerare l’angolo di emissione che ogni altoparlante ha, ed è una caratteristica importante quando si vuole fare un sistema audio di successo. Se ipotizziamo che il diffusore abbia un angolo di 90°, possiamo avere l’ascolto perfetto all’interno di questo valore. Al di fuori perderemo mano a mano alcuni dettagli del suono.

Per avere quindi un suono perfetto all’interno di una stanza dovremmo inserire un numero sufficiente di altoparlanti, ed ad una determinata distanza, in modo che l’ascoltatore sia all’interno di tutti i coni.

Sotto rappresentato un disegno per capire meglio il concetto. Al di fuori del rombo di colore rosso l’ascoltatore non sentirà il suono in modo perfetto, perdendo in questo caso alcuni effetti dell’home cinema.

Il componente da noi utilizzato per dare l’audio 3D si chiama trasduttore. Questo sfrutta le superfici di rivestimento della stanza. Cartongesso, legno, marmo, piastrelle, vetro, qualsiasi superficie che possa vibrare.

Se applicheremo quindi questo apparecchio ad una parete lunga 5 mt ed alta 2.7 avremo una superficie di emissione sonora di 13,5 metri quadri, ovvero 1’350°000 centimetri quadri!!!

Questo permette di avere un suono avvolgente a qualsiasi volume si desideri.

In più, rispetto all’altoparlante tradizionale, non si pone il problema dell’angolo di emissione sonora, in quanto il suono esce perpendicolarmente dalla parete, via via scemando all’allontanarsi dal trasduttore, e miscelandosi a quello del componente vicino.

In questo modo avremo idealmente un numero infinito di satelliti, e sentiremo tutti gli effetti indipendentemente dalla zona di ascolto. Non più quindi 5, 7 o 9 diffusori perimetrali surround da nascondere, ma un numero illimitato di punti di emissione sonora. Nulla da nascondere, solo da ascoltare.

Per completare l’effetto 3D  inseriamo trasduttori a soffitto, avvalendoci della tecnologia Dolby Atmos e Dolby Auro, per avere quindi non solo gli effetti perimetrali, ma anche il suono che scende dal soffitto, ed avere un riproduzione dello spazio a noi circostante che è reale anche in senso verticale.

Ma perché, ormai che siamo arrivati a questo punto, non migliorare la nostra esperienza da 3D a 4D?

Tramite l’uso di un dispositivo che non emette suono, possiamo far vibrare la tua seduta, senza creare rumore o inquinamento acustico, ma dando però la sensazione fisica di essere nell’ambiente.

L’ascolto di un concerto rock permetterà di sentire la vibrazione della gran cassa o della folla che canta a ritmo dell’artista, l’esplosione durante un film d’azione ti farà entrare nel vivo della scena.

Siamo il partner installatore e progettista di fiducia per sale cinema e home cinema del futuro.

Questo perché l’esperienza reale non è solo data dal suono, ma da un mix di sensazioni che si sommano.